La passione vince sempre!

Subito, da quando avevo tre anni, ho saputo qual’era la mia passione. Soltanto volevo ascoltare brani d’opera. Sapevo “o mio babbino caro” (Gianni Schicchi di Puccini) a memoria e la versione che mi piaceva di più era quella di Maria Callas perché “capivo le parole”. Insomma, sono cose che non mi ricordo ma che mi hanno raccontato i miei genitori. Credo che quello che si prova, quando uno ha passione, sia la forza per lottare e continuare una strada non sempre facile, a volte ingiusta e purtroppo poco valorizzata. Il cantante deve studiare tanto e ci vuole un allenamento costante. Al giorno d’oggi è difficile vivere soltanto di canto, ma ogni volta che sali sul palco e ti trasformi in quel personaggio che fai tuo per un po’, non è soltanto l’interpretazione della musica di Donizetti, di Mozart, di Puccini…, ci sono pure i tuoi sentimenti e le tue emozioni e alla fine arrivano gli applausi del pubblico e pensi in quel momento che hai raggiunto il tuo scopo: essere felice facendo quello che ti piace, cioè la tua passione!!

CarmenClaure

Carmen Claure, soprano di origine madrilena, inizia il suo percorso musicale presso il Real Conservatorio de Música di Madrid. Le sue doti vocali la portano, in seguito, a specializzarsi in canto presso la Escuela Superior de Canto della sua città con il soprano Ana María Olaria e il tenore Julián Molina.
Nel frattempo partecipa a importanti concorsi ottenendo grandi riconoscimenti tra cui il Premio “Joven Promesa” ed il Premio “Mario Del Monaco” presso l’istituito Giancarlo Del Monaco, ed il Premio “Enrico Caruso”.
Debutta giovanissima al Teatro Pérez-Galdós come Alisa in “Lucia di Lammermoor” sotto la direzione del M° Giuliano Carella e Lauretta in “Gianni Schicchi” al Palau de la Música di Valencia; a queste fanno seguito altre interpretazioni in vari teatri spagnoli tra cui l’Auditorio Nacional di Madrid, l’Auditorio Conde-Duque sempre in Madrid, il Teatro Romea di Murcia ed il Teatro Principal di Alicante. Incomincia a lavorare all’estero con concerti in Gran Bretagna, Belgio e Stati Uniti.
Continua a perfezionare la tecnica vocale tra Madrid e Milano, sotto la guida del soprano Victoria de los Ángeles, del M° Istvan Cserjan, del M° Roberto Negri, del M° Diego Crovetti e del M° Esteban García-Leoz.
Dopo aver vinto la Borsa di Merito al XII Concorso Internazionale “Giuseppe Di Stefano” a Trapani ed il Terzo Premio e Premio Speciale “Mario Ansaldi” al II Concorso Lirico Internazionale “Terre dei Fieschi” a Grondona (Al), frequenta il “Corso Superiore XIV edizione” di Mirella Freni a Vignola (Mo).
Dal 2007 segue un continuo lavoro di studio e di perfezionamento con il M° Leone Magiera a Bologna e il M° Enrico Zucca a Pavia, vincendo per due anni successivi, nel 2008 e 2009, il Premio Speciale presso il Concorso Lirico Internazionale “Magda Olivero”.
Dal 2003 lavora in Italia con importanti partecipazioni in varie città tra cui Milano (Teatro Dal Verme e Auditorium), Venezia, Mantova (Teatro Sociale), Vercelli, Pavia con un repertorio che spazia da Mimì e Musetta, ad Adina, Micaela, Rosina, Zerlina, Susanna, Rita, interpretando le liriche di Mozart, Rossini, Puccini, Donizetti, Verdi e Bizet.